Fabio Cardilio: Ritratto di uno Chef

Fabio Cardilio, 55 anni, romano di nascita ma palermitano d’adozione.

Arriva a Palermo più di 30 anni fa, per lavorare a fianco del fratello, proprietario de “La Muciara”, a Porticello dove lo Chef inizia la sua carriera ai fornelli. La passione per la cucina esplode come un vulcano e così Fabio, torna a Roma per studiare e approfondire la conoscenza delle materie prime.

Quando torna a Palermo è pronto per esplorare tutti i meandri della cucina meridionale e lo fa con un obiettivo preciso: ottenere la stella Michelin che arriva nel 1996 mentre si trova al timone della Muciara.

Il segreto del suo successo sta nell'atteggiamento rispettoso e l'umiltà con la quale tratta la materia prima che per lui deve essere sempre protagonista nel piatto; per questa ragione utilizza pochi prodotti per volta e li accosta con semplicità ed armonia.

La sua passione per la cucina si incontra con quella per la lettura ed è un piacere ascoltarlo mentre di un piatto come la caponata o la pasta con le sarde mi racconta l'origine, la provenienza, la storia.

L’incontro con Franco e Stefania, padroni di casa di Gagini, primogenito della Good Company, avviene in occasione di una cena a quattro mani. Incantati dalla sua professionalità, Franco e Stefania decidono di affidargli la guida della cucina di Buatta.

Da allora, lo Chef Fabio Cardilio ha saputo infondere al progetto di Buatta, tutta la personalità dei piatti di cui aveva bisogno per eccellere nel panorama della ristorazione palermitana.